Convegno "Dopo di Noi" - Approfondimento del Comune di San Daniele e COPS per la tutela della persona disabile - Comitato Sport Cultura Solidarietà


News: Convegno "Dopo di Noi" - Approfondimento del Comune di San Daniele e COPS per la tutela della persona disabile
(Categoria: Miscellanea)
Inviato da Giulia
mer 22 novembre 2017 - 14:01


Tutelare il patrimonio e il benessere del disabile progettando un percorso di vita che ponga al centro la persona con le sue aspirazioni usufruendo degli strumenti giuridici riconosciuti dalla legge 112/2016, ribattezzata “Dopo di Noi”, questi i punti chiave del convegno "Disabilità e Normative sul Dopo di Noi: Analisi degli Strumenti Applicativi” organizzato dal Comitato delle Organizzazioni per il privato Sociale per l’assistenza residenziale e diurna delle persone con disabilità (COPS), dal Comune di San Daniele del Friuli e la locale Agenzia di Generali Italia (via del Monte, 1).

2017_cops_s._daniele_relatori.jpg



Massimo Doria, Presidente Kleros, ha invitato il centinaio di persone presenti ieri sera all'auditorium della cittadina collinare friulana ad organizzarsi per gestire al meglio il “Durante Noi” per non trovarsi impreparati per il “Dopo di Noi”; una tematica che riguarda ognuno, ma che la nuova legge regolamenta in modo stringente nell'ambito della disabilità grave ponendo al centro il benessere, l'inclusione e l'autonomia della persona e identificando nella casa la dimensione esistenziale ottimale per la realizzazione del progetto di vita.

Oltre all'istituzione di un fondo appositamente dedicato, la legge prevede anche un ventaglio di strumenti specifici di tutela giuridico-patrimoniale come il Trust, illustrato nelle sue  molteplici forme da Paola Vrech – Amministratore Delegato Sokrate. Come indicato nel nome, il Trust si fonda sulla fiducia, elemento determinante nell'identificazione di un soggetto, sottoposto a controllo, chiamato non solo a gestire i beni, ma anche a comprendere e realizzare i bisogni dell'assistito.

Il notaio Matteo Mattioni ha messo in luce i pro e i contro dei vari strumenti focalizzando l'attenzione sugli atti di destinazione e sui contratti di affidamento fiduciario, invitando a rivolgersi  ad un professionista per identificare di volta in volta lo strumento più consono e predisporre un atto rispondente ai crismi legislativi. 

2017_cops_s.daniele_autorit.jpg
Nell'arco dell'incontro, condotto da Giorgio Dannisi, presidente COPS, l'ente che unisce undici realtà che da anni operano in convenzione con le Aziende Sanitarie e gestiscono dei centri in cui sono ospitate oltre duecento persone diversamente abili, hanno portato il loro saluto Paolo Menis e Claudio Chiapolino, sindaco e assessore di San Daniele, che hanno sottolineato la necessità di approfondire le opportunità offerte dalla nuova legge che, come hanno ricordato Miriam Totis e Gabriella Tavoschi, coordinatrici socio sanitarie di ASUIUD e AAS3, devono portare alla creazione di progetti di inclusione realizzati con il coinvolgimento dell'intera comunità.

Il convegno è stato promosso in collaborazione con il Comitato Sport Cultura Solidarietà, Kleros, Sokrate Trust e Generali Italia – Agenzia di San Daniele del Friuli (via del Monte, 1).



Questa news proviene da Comitato Sport Cultura Solidarietà
( http://www.sportculturasolidarieta.org/news.php?extend.228 )